Filippo Fossati

Boris Lurie

Adieu Amérique

12,00 €

Nato a Leningrado nel 1924 e cresciuto a Riga, il percorso vitale e artistico di Boris Lurie viene indelebilmente segnato dall’esperienza nei campi concentramento nazisti. Dopo essere riuscito a scappare dal campo di Buchenwald nel 1945, emigra negli Stati Uniti insieme al padre, dove inizia la sua carriera artistica. Nel 1959 fonda a New York, insieme a Sam Goodman e Stanley Fisher, il movimento NO!art, che in opposizione ai due movimenti più popolari dell’epoca – l’espressionismo astratto e la Pop Art – adopera l’arte come strumento di radicale critica culturale contro la nascente società dei consumi, contro le guerre e la proliferazione nucleare.

 


Boris Lurie. Adieu Amérique è il volume che accompagna l’omonima mostra (dal 28 ottobre 2016 all’8 gennaio 2017) a CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia. Curato da Filippo Fossati il libro raccoglie 21 opere realizzate nell’arco degli anni Sessanta e finora mai esposte in Italia. Un serie di collage in cui in cui spesso le immagini dell’esperienza concentrazionaria si mescolano provocatoriamente all’immaginario della moderna società dei consumi.

isbn:  9788875706197

Lingua:  italiano e inglese

Rilegatura:  brossura

Pagine:  48

Base:  17.0

Altezza:  24.0

Prima Edizione:  2016

 

Potrebbero Piacerti

Controlla gli articoli da aggiungere al carrello oppure